Valutazione Rischio Legionella

La legionellosi o Malattia del Legionario, è un’infezione polmonare causata dal Legionella pneumophila, un batterio che provoca una malattia infettiva alle vie respiratorie con effetti anche molto gravi: la trasmissione avviene attraverso nebulizzazione di acqua calda (aerosol) contaminata dovuta a ristagni e manutenzione insufficiente degli impianti. Le legionelle sono presenti negli ambienti acquatici naturali e artificiali: acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi, fanghi, ecc. Da questi ambienti esse raggiungono quelli artificiali come condotte cittadine e impianti idrici degli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine, che possono agire come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando una potenziale situazione di rischio per la salute umana (Declerck et al., 2007; Fliermans et al., 1981).  

Il tasso di mortalità correlata all’infezione da Legionella dipende da alcuni fattori specifici (come la gravità della malattia, l’appropriatezza del trattamento antibiotico iniziale, il luogo in cui è stata contratta l’infezione, le condizioni pregresse del paziente) e può variare dal 40-80% nei pazienti immunodepressi non trattati, al 5-30% in caso di un appropriato trattamento della patologia. Complessivamente la letalità della legionellosi si aggira tra il 5% e il 10%.

(fonte https://www.epicentro.iss.it/legionellosi)

Prevenzione

L’approccio più corretto per la prevenzione Legionella riprende i concetti dettati dalla World Health Organization nell’affrontare un Water Safety Plan:

  • corretta progettazione e realizzazione degli impianti tecnologici che comportano un riscaldamento dell’acqua e/o la sua nebulizzazione (impianti a rischio). Sono considerati tali gli impianti idro-sanitari, gli impianti di condizionamento con umidificazione dell’aria ad acqua, gli impianti di raffreddamento a torri evaporative o a condensatori evaporativi, gli impianti che distribuiscono ed erogano acque termali, le piscine e le vasche idromassaggio
  • adozione di misure preventive (manutenzione e, all’occorrenza, disinfezione) atte a contrastare la moltiplicazione e la diffusione di Legionella negli impianti a rischio.

Valutazione del rischio legionella

Si tratta di un’attivita di risk assessment a valutazione della corretta ed efficace gestione del «rischio legionellosi»

Linee Guida

La Valutazione del rischio Legionella è un obbligo di legge per il D.Lgs. 81/08, il cui documento fa riferimento a:

  • Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi” (04.04.2000), predisposte dall’Istituto Superiore di Sanità:  sono fornite possibili strategie di intervento da attuare in ospedali, in case di cura e in strutture comunitarie (alberghi, campeggi, piscine, ecc.)
  • Linee Guida recanti indicazioni sulla Legionellosi per i gestori di strutture turistico-ricettive e termali” (documento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 28 del 04.02. 2005)
  • Inoltre, come riportato nel D. Lgs 81/2008 e successive modifiche e integrazioni, il rischio di esposizione a Legionella in qualsiasi ambiente di lavoro richiede l‟attuazione di tutte le misure
    di sicurezza appropriate per esercitare la più completa attività di prevenzione e protezione nei confronti di tutti i soggetti presenti considerando che al Titolo X del suddetto D. Lgs 81/2008 la Legionella è classificata al gruppo 2 tra gli agenti patogeni.

Le misure di sicurezza si dovranno realizzare a seguito del procedimento di valutazione del rischio, indicato sempre al menzionato Titolo X e si dovranno attuare in conformità ai disposti del Titolo I (del citato Decreto Legislativo) riferendosi a quanto riportato negli Artt. 15 e 18. L’elaborazione del documento si è basata sulle conoscenze presenti nella letteratura scientifica internazionale e ha tratto spunto anche da quanto riportato nelle linee guida prodotte a livello internazionale (WHO), europeo (EWGLI) e nazionale/regionale.

Destinatari

Attività turistico ricettive e le attività a rischio per la presenza di impianti che comportano un moderato riscaldamento dell’acqua e la sua nebulizzazione (docce, aerosol, idromassaggi, sistemi importanti di condizionamento, saune, piscine, ecc).

Come opera ECO

ECO ha predisposto un servizio di risk assessment indipendente e di terza parte che consente di attestare una completa valutazione del rischio attraverso l’analisi dell’impianto e di campioni ambientali, al fine di individuarne i punti critici.

L’attività si compone di 3 fasi principali:

  • Analisi da parte di un Tecnico Qualificato per la valutazione del rischio legionellosi;
  • Campionamenti acqua sanitaria e analisi microbiologica da parte di laboratorio qualificato;
  • Emissione Test Report e commenti di intervento secondo le Linee Guida Legionellosi 2015 .
image_pdfimage_print
VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci

Contatta la sede legale di Eco Certificazioni, compila il form ed inviaci la tua richiesta.