Certificazione EN 16636 – Servizi di gestione e controllo delle infestazioni

La disinfezione serve a distruggere i germi patogeni diffusi nell'ambiente, negli impianti e nelle attrezzature, quindi ad allontanare il pericolo di contrarre eventuali infezioni.

Lo standard EN 16636

Pubblicata nel marzo 2015 , la norma UNI EN 16636 definisce un metodo univoco per la gestione ed il controllo delle infestazioni e le competenze richieste ai fornitori professionali di tali servizi (comunemente chiamato Pest Management), al fine di tutelare la salute pubblica, i beni e gli animali, l’ambiente e in particolare i prodotti alimentari.

La norma è applicabile da parte di quelle imprese che erogano il servizio di Pest Management, includendo la valutazione iniziale, le raccomandazioni da lasciare al cliente a seguito dell’intervento e la successiva esecuzione delle procedure di controllo e di prevenzione definite.

La norma EN 16636 NON si applica a:

  • la protezione delle culture;
  • la pulizia e la disinfezione ordinaria associata a regolari contratti di servizi per la pulizia.

I vantaggi

La norma UNI EN 16636 concede alle aziende clienti un servizio qualificato e certificato, consentendo di ottenere i seguenti vantaggi:

  • incremento della fiducia da parte degli stakeholder;
  • miglioramento dell’immagine aziendale;
  • acquisizione di un elemento premiante nelle gare di appalto;
  • acquisizione di una referenza apprezzata dalle aziende operanti nel settore del “food” in quanto la certificazione fornisce una garanzia ulteriore della capacità del fornitore di fornire un servizio conforme alla normativa applicabile.

ECO è in grado, attraverso tecnici specializzati, di effettuare audit di valutazione ai sensi della norma EN 16636 per il rilascio della certificazione, spesso richiesta per la partecipazione a bandi pubblici come requisito per le aziende che effettuano i servizi di pest management.

Approfondimento COVID-19

Focus tecnico normativo promosso da A.N.I.D.

Considerazioni normative e tecniche sui servizi di sanificazione mediante l’impiego dell’ozono durante la pandemia Sars-Cov-2 (Covid19)

L’esplosione della pandemia riconducibile al virus Sars-Cov-2 ha creato una enorme richiesta di servizi, di prodotti e di tecnologie per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti allo scopo di contenere e contrastare la diffusione di Covid19. A fronte di questa domanda, si sono riversate sul mercato proposte e tecnologie di ogni tipo, fra le quali l’uso dell’ozono, composto noto da tempo per le proprietà ossidanti nei confronti dei microrganismi (muffe, batteri) e generato da apparecchiature mobili. Al di là dell’interrogativo che ci possiamo porre sull’efficacia dell’ozono nei confronti del Covid-19, al quale il mondo scientifico, su spinta dei costruttori di questi dispositivi, potrà dare una risposta, con questo lavoro gli autori approfondiscono gli aspetti normativi e tecnici sull’impiego dell’ozono. Lo scopo è quello di offrire un quadro interpretativo chiaro sia per le aziende di servizi che operano nel settore della sanificazione in virtù delle autorizzazioni di cui alla Legge 82/94 e al D.M. 274/97, ma altrettanto utile per gli adempimenti normativi ed autorizzativi che spettano ai costruttori dei generatori di ozono e, infine alle autorità sanitarie operanti nei controlli in materia di salute pubblica ed igiene veterinaria.

Marco Benedetti – Presidente dell’Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione (A.N.I.D.)

Fonte: https://www.disinfestazione.org/wp-content/uploads/2020/05/2020-05-25-Guerra-Fiore-Pampiglione-ANID-Considerazioni-normative-e-tecniche-sulli%CC%80mpiego-di-ozono-in-periodo-Covid19.pdf 

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci

Contatta la sede legale di Eco Certificazioni, compila il form ed inviaci la tua richiesta.