Direttiva ATEX 2014/34/UE

Un’atmosfera potenzialmente esplosiva è composta da miscele aria di gas, vapori, nebbie o polveri, che possono infiammarsi in determinate condizioni operative. Apparecchi e sistemi di protezione destinati ad essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva trovano applicazione in molteplici settori: industrie petrolifere, minerarie, chimiche e persino alimentari.

Convenzionalmente con il temine ATEX (acronimo di ATmosphere EXplosive) si fa riferimento a due direttive comunitarie emanate nell’ambito del rischio dovuto alla presenza di atmosfere potenzialmente esplosive: la 2014/34/UE e la 99/92/CE.

Campo di applicazione

La formazione di atmosfere potenzialmente esplosive è una problematica che caratterizza soprattutto il settore industriale (chimico, metallurgico, meccanico, alimentare) e le forniture di energia (gas, petrolio, carbone, ecc.) ma è, in generale, anche connessa a tutte le attività produttive che prevedono l’utilizzo di materiali combustibili come il legno o che producono biogas come i rifiuti.

I costruttori possono affidarsi ai tecnici di ECO nella classificazione dei propri prodotti secondo le necessarie tipologie e categorie e secondo altri requisiti di classificazione stabiliti dalla Direttiva 2014/34/UE, dagli standard EN che disciplinano le attrezzature elettriche e non, e da quelli eventualmente stabiliti dai clienti, in conformità alla Direttiva 1999/92/CE.

La Direttiva ATEX disciplina i seguenti prodotti:

  • sistemi di protezione: sistemi di filtraggio, sistemi di scarico e altri;
  • attrezzature: macchine e macchinari, componenti, attrezzature di controllo e relative parti;
  • componenti: componenti necessari per l’utilizzo in sicurezza di attrezzature e sistemi di protezione.

ECO Certificazioni offre un supporto competente per garantire la conformità alle Direttiva ATEX, che permette di ottenere la marcatura CE.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci

Contatta la sede legale di Eco Certificazioni, compila il form ed inviaci la tua richiesta.