Direttiva Macchine 2006/42/CE

La marcatura CE secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE, in vigore dal 29/12/2009, rappresenta un requisito cogente e obbligatorio per la commercializzazione di macchine all'interno dell’Unione Europea.

La marcatura CE delle macchine

La Direttiva Macchine 2006/42/CE richiede ai costruttori di apporre sulle macchine da loro realizzate la marcatura CE e di redigere la dichiarazione di conformità ad attestazione del rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza e di salute definiti nella direttiva stessa.

La direttiva si applica anche ai componenti di sicurezza che vengono immessi separatamente sul mercato.

CONTESTO NORMATIVO

L’art. I della Direttiva Macchine 2006/42/CE identifica le attrezzature che devono essere considerate “macchine” e ne stabilisce il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza e di salute. La macchina è verificata applicando una delle procedure di valutazione descritte all’art. 12 che indica le modalità che il costruttore ha per poter immettere i propri prodotti sul mercato.

LE PROCEDURE DI CERTIFICAZIONE

La Direttiva Macchine 2006/42/CE distingue due gruppi di macchine contenute nell’allegato IV:

Al primo gruppo appartengono le macchine costruite non in piena conformità alla norma armonizzata o in assenza di norme armonizzate. Il costruttore, in questo caso, è obbligato a richiedere l’intervento di un Organismo notificato per eseguire:

  • Esame CE del Tipo e controllo interno di fabbricazione;
  • Procedura di garanzia qualità totale.

Per le macchine non appartenenti all’allegato IV – dove non è quindi previsto l’intervento di un Organismo notificato – il costruttore può comunque sottoporre volontariamente la macchina o il fascicolo tecnico alla verifica di un Organismo notificato, che rilascerà un attestato di rispondenza alle norme applicabili o alla direttiva, utile per la marcatura CE e per commercializzare il proprio prodotto.

I DESTINATARI DELL’OBBLIGO

Tutti i costruttori di macchine, gli importatori o i loro mandatari sono tenuti a marcare CE i prodotti a rilasciare la dichiarazione di conformità del prodotto, a redigere il fascicolo tecnico del prodotto. Per tutte le macchine “pericolose” comprese nell’elenco dell’allegato IV della Direttiva (es. apparecchi di sollevamento persone, presse, seghe, ecc.), prima della loro immissione sul mercato, è necessario che il costruttore segua una delle strade sopra indicate.

Intervento dell’Organismo notificato

ECO Certificazioni è Organismo Notificato n. 0714 autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero del Lavoro ad emettere, per le macchine comprese nell’allegato IV, il certificato CE per l’esemplare esaminato o per la serie (di tipo).

ECO è inoltre in grado di svolgere attività volte alla certificazione delle strutture di protezione ROPS, TOPS, FOPS, Front guard, quali cabine e roll-bar

Per queste strutture esegue prove distruttive su prototipi ai sensi delle norme tecniche armonizzate alla Direttiva macchine.

Dispone di tecnici professionisti che, grazie ad un elevato livello di competenza, formazione e preparazione, garantiscono al cliente puntualità e qualità; sia per quanto riguarda tutti i servizi inerenti la certificazione delle macchine che nei confronti delle specifiche esigenze espresse dal cliente.

image_pdfimage_print
VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci

Contatta la sede legale di Eco Certificazioni, compila il form ed inviaci la tua richiesta.