Diagnosi Energetica: scadenza del rinnovo e sanzioni per le grandi imprese e le imprese energivore

Pubblicata il:12 Mar 2019

Service Image

Il 5 dicembre 2019 scadono i termini per il rinnovo del bollino energetico, obbligatorio ogni 4 anni per le imprese che il D.lgs. 102 del 4 Luglio 2014, con cui l’Italia ha recepito la Direttiva 2012/27/UE sull’Efficienza Energetica definisce i soggetti obbligati:

  • Le grandi imprese
  • Le imprese energivore

GRANDI IMPRESE

Per grandi imprese, secondo Chiarimenti MISE – Novembre 2016, si intende le organizzazioni le cui condizioni da soddisfare sono:

  • 250 dipendenti indipendentemente dal fatturato e un fatturato superiore ai 50 milioni di euro e 43 milioni di totale di Bilancio Annuo.

Condizioni verificate nei due anni precedenti.

IMPRESE ENERGIVORE

La nuova definizione di impresa energivora vuole che sia considerato non solo il consumo assoluto dei vettori energetici, ma anche l’incidenza del costo dell’energia sul proprio volume complessivo d’affari.

Condizione verificata l’anno precedente.

Soggetti esclusi dall’obbligo di diagnosi

Sono escluse dall’obbligo diagnosi energetica ogni 4 anni ma non di inviarla all’ENEA, le imprese con sistema di gestione volontario EMAS, ISO 50001 o ISO 14001, comprendente una diagnosi energetica conforme ai requisiti dell’Allegato 2 del D.lgs. 102/2014.

Sanzioni

Le imprese obbligate che non effettuano la diagnosi energetica sono soggette ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 4.000 a 40.000 euro. Quando la diagnosi non è effettuata in conformità alle prescrizioni di cui all’articolo 8, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 20.000 euro.

La sanzione non esime dall’effettuazione della diagnosi.

Fasi principali del Servizio DIAGNOSI ENERGETICA

ECO offre un servizio strutturato a fasi che nasce per fornire alle organizzazioni:

  • Definizione degli obiettivi dell’analisi con il Cliente
  • Realizzazione di un sopralluogo in campo in cui si effettuerà una campagna approfondita di analisi e monitoraggio delle utenze maggiormente energivore
  • Analisi dei dati acquisiti in campo, stima della ripartizione dei consumi tra i vari centri di costo del Cliente e predisposizione di un modello energetico del sistema oggetto di analisi
  • Proposta di interventi per la riduzione dei costi energetici volti a ridurre gli sprechi, i malfunzionamenti e le anomalie riscontrate;
  • Presentazione dei risultati.

Chiedi ai nostri esperti maggiori dettagli sui costi per rinnovare il bollino energetico 2019.

image_pdfimage_print
VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci

Contatta la sede legale di Eco Certificazioni, compila il form ed inviaci la tua richiesta.